venerdì 29 agosto 2014

Chi ha detto Capitan Uncino?

è il personaggio preferito di mia figlia, 
così ho deciso di ricamarlo su una maglietta

ed ecco la modella

sempre appena svegliata.

sabato 23 agosto 2014

Schema La spada nella roccia

Qualche volta con Sabrina guardiamo La spada nella roccia,
mi piace un sacco, è così divertente!
***
Pieno di musiche e canzoni

 ***
E così quasi per gioco è nato questo schema

***
Gentilmente ricamato da Anna

***
e cucito da me in una borsa

lo potete trovare qui


lunedì 18 agosto 2014

Altri cuori e ricami ma oibò a mezzo punto!

Ancora cuoricini, mi piacciono tantissimo,
sono utili e colorati, ecco la versione con colori pastello.
*****
Questo invece è uno dei 7 ricami a mezzo punto, che dovrei fare per la mia titolare che ama i fiori....
io però non amo molto il punto croce e con sto caldo è davvero dura ricamare con la lana!!!

mercoledì 13 agosto 2014

Il mago di Oz

Mi sono lasciata ammaliare da questo stupendo schema

disegnato dalla bravissima Viola

 e così con le mie amiche, Anna, Marta, Stefy, Roberta e Monia

ho iniziato a sognare :)

la 2a tappa finita in un pomeriggio di crocette e chiacchiere con Anna.


mercoledì 6 agosto 2014

In Xanadu did Kubla Khan...

Questa poesia inglese di S.T. Coleridge, esponente del Romanticismo inglese mi ha talmente affascinata, intrigata che ho voluto trarne uno schema.




Lo schema è stato abilmente ricamato da Patrizia su una sua stupenda tela emiane crema
e da me confezionato a portagioielli.



Trovate lo schema sul mio negozietto di Etsy.

****
E qui vi lascio la splendida poesia...

In Xanadu did Kubla Khan
A stately pleasure-dome decree:
Where Alph, the sacred river, ran
Through caverns measureless to man
   Down to a sunless sea.
So twice five miles of fertile ground
With walls and towers were girdled round;
And there were gardens bright with sinuous rills,
Where blossomed many an incense-bearing tree;
And here were forests ancient as the hills,
Enfolding sunny spots of greenery.

But oh! that deep romantic chasm which slanted
Down the green hill athwart a cedarn cover!
A savage place! as holy and enchanted
As e’er beneath a waning moon was haunted
By woman wailing for her demon-lover!
And from this chasm, with ceaseless turmoil seething,
As if this earth in fast thick pants were breathing,
A mighty fountain momently was forced:
Amid whose swift half-intermitted burst
Huge fragments vaulted like rebounding hail,
Or chaffy grain beneath the thresher’s flail:
And mid these dancing rocks at once and ever
It flung up momently the sacred river.
Five miles meandering with a mazy motion
Through wood and dale the sacred river ran,
Then reached the caverns measureless to man,
And sank in tumult to a lifeless ocean;
And ’mid this tumult Kubla heard from far
Ancestral voices prophesying war!
   The shadow of the dome of pleasure
   Floated midway on the waves;
   Where was heard the mingled measure
   From the fountain and the caves.
It was a miracle of rare device,
A sunny pleasure-dome with caves of ice!

   A damsel with a dulcimer
   In a vision once I saw:
   It was an Abyssinian maid
   And on her dulcimer she played,
   Singing of Mount Abora.
   Could I revive within me
   Her symphony and song,
   To such a deep delight ’twould win me,
That with music loud and long,
I would build that dome in air,
That sunny dome! those caves of ice!
And all who heard should see them there,
And all should cry, Beware! Beware!
His flashing eyes, his floating hair!
Weave a circle round him thrice,
And close your eyes with holy dread
For he on honey-dew hath fed,
And drunk the milk of Paradise.

venerdì 1 agosto 2014

Il mio progetto su Riciclo & Recupero creativo

Era già da un po' che questo serpente giocattolo era pronto,

a mia figlia piace un sacco, ma dopo periodi in cui se ne dimentica se sbuca dal cestone, ha paura :)


Lo trovate su Riciclo & Recupero Creativo n.6